Recensione Xiaomi Redmi Note 8 Pro

Recensione Xiaomi Redmi Note 8 Pro

introduzione

La gamma Redmi è da anni uno degli smartphone budget più richiesti, ma con il riscaldamento della concorrenza nel segmento, Xioami deve intensificare il suo gioco per rimanere rilevante. Il Redmi Note 8 Pro è un tentativo di farlo e ha molto da offrire per il prezzo che offre nuovo hardware e una serie di funzionalità molto necessarie.

Con il nuovissimo chipset Helio G90T e un’enorme batteria da 4.500 mAh con ricarica rapida e una configurazione quad-camera sul retro, il Redmi Note 8 Pro ha tutto ciò che serve per essere un telefono competitivo. A prima vista, le prestazioni sono paragonabili alle ammiraglie dello scorso anno, mentre la configurazione della fotocamera mira a fornire un’esperienza versatile a basso costo.

Inoltre, Note 8 Pro è uno dei primi dispositivi a incorporare il nuovissimo sensore 64MP di Samsung con tecnologia pixel binning nativa. Ci aspettiamo buone prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione e una modalità notturna competente per integrare le prestazioni complessive della fotocamera.

Xiaomi Redmi Note 8 Pro specifiche

  • Corpo:  161,4 x 76,4 x 8,8 mm, 200 g; telaio in plastica, Gorilla Glass 5 anteriore e posteriore.
  • Display:  6,53 “IPS LCD, supporto HDR, risoluzione 1080 x 2340px, formato 19,5: 9, 395ppi.
  • Fotocamera posteriore:  primaria: 64 MP, apertura f / 1,9, dimensioni sensore 1 / 1,7 “, dimensioni pixel 0,8 µm, PDAF. Ultra ampia: 8 MP, f / 2,2, 1/4”, 1,12 µm pixel. Telecamera macro: 2MP, f / 2.4, 1/5 “, 1,75 µm Sensore di profondità: 2MP; 2160p @ 30fps, 1080p @ 120fps, 720p @ 960fps registrazione video.
  • Fotocamera frontale: 20  MP, apertura f / 2.0, pixel 0,9 µm. Registrazione video 1080p / 30fps.
  • Sistema operativo:  Android 9 Pie; MIUI 10.
  • Chipset:  Mediatek Helio G90T (12nm): Octa-core (Cortex-A76 2×2,05 GHz e Cortex-A55 6×2,0 GHz), GPU Mali-G76 MC4.
  • Memoria:  6 GB di RAM; 64 / 128GB di memoria; slot microSD condiviso.
  • Batteria:  4.500 mAh; Supporto 18W MediaTek Pump Express e USB Power Delivery.
  • Connettività:  Dual-SIM; LTE-A, aggregazione portante a 4 bande, LTE Cat-12 / Cat-13; USB-C; Wi-Fi a / b / g / n / ac; GPS a doppia banda; Bluetooth 5.0;
  • Varie:  lettore di impronte digitali montato sul retro; singolo diffusore down-firing; NFC; FM Radio.

Scorrendo il foglio delle specifiche, finora è stato riscontrato un solo inconveniente, e questa è la scelta delle telecamere. Nell’array quad-camera sul retro, manca un teleobiettivo. Invece, ottieni un obiettivo macro dedicato e resta da vedere se la fotocamera macro fa la differenza rispetto a scattare una foto ravvicinata standard con la fotocamera principale e quindi ritagliare. Quei 64MP possono essere messi al lavoro.

Poi di nuovo, puoi dire lo stesso per il teleobiettivo. Il sensore da 64 MP potrebbe benissimo essere sufficiente per oltre 2 decenti foto, quindi perché qualcuno dovrebbe avere bisogno di un obiettivo dedicato quando si hanno così tanti pixel con cui lavorare? Analizziamo in profondità il telefono stesso e proviamo a rispondere alle domande a portata di mano.

Disimballare Xiaomi Redmi Note 8 Pro

Sfortunatamente, la nostra unità è arrivata a barebone, quindi non possiamo essere sicuri di cosa contenga il pacchetto originale, ma possiamo confermare che viene spedito con il caricabatterie rapido appropriato nella confezione. O almeno è quello che dice il sito ufficiale di Xiaomi. Il mattoncino di ricarica ha un limite di 18 W e supporta USB Power Delivery, il che a sua volta significa che hai un cavo da USB-C a USB-C per il trasferimento e la ricarica dei dati nella confezione.

Design

In termini di design, Redmi Note 8 Pro non è un grande distacco dal suo predecessore, e non è necessariamente una cosa negativa. Il Redmi Note 7 Pro aveva Gorilla Glass 5 per la parte anteriore e posteriore e il nuovo Note 8 Pro ha la stessa configurazione. Il telaio laterale è realizzato in plastica, che è più ammortizzante del metallo se si guarda il lato positivo delle cose. Inoltre, all’incirca alle stesse dimensioni (il Redmi 8 Pro è trascurabilmente più largo e più alto, ovviamente), il nuovo Note offre più schermi: 6,53 “contro 6,3”.

Tuttavia, lo stesso non si può dire per il peso. Note 8 Pro è misurabile in modo più pesante ed è facile da notare. Con 200 grammi, il portatile è uno dei più pesanti in circolazione ed è anche molto pesante. Interferisce leggermente con l’impugnatura poiché il telefono tende a inclinarsi in avanti quando lo si tiene con una mano. Forse lo stack della fotocamera aumenta il peso rispetto alla batteria da 4.500 mAh.

Parlando di grip, come ci si aspetterebbe, Redmi Note 8 Pro non riceve alcun punto bonus qui. Il retro in vetro è scivoloso come qualsiasi altro retro lucido, e mentre il telaio imita con successo il metallo, non aiuta nemmeno con l’impugnatura. Il pannello curvo ai lati aiuta però con l’ergonomia e l’usabilità con una mano.

L’urto della fotocamera sul retro fa una forte impressione,

Anche se. Sporge più di quanto vorremmo e il telefono traballa quando è disteso sulla schiena. È interessante notare che l’obiettivo macro non è sul dosso, ma mantiene l’azienda al flash LED sul lato destro dell’array. Inoltre, la fotocamera evidenziata è il sensore di profondità da 2 MP, quindi arriva il principale sparatutto da 64 MP e quindi l’ultra-largo. Infine, il lettore di impronte digitali è seduto sullo stesso dosso.

Ha senso metterlo lì in un modo in quanto l’urto ti aiuta a trovare lo scanner al tocco, ma ti costringe anche ad allungare un po ‘più in alto il dito per raggiungerlo, e talvolta puoi sporcare la fotocamera ultra-larga con il tuo tenta di sbloccare il telefono.

Tuttavia, non abbiamo avuto problemi con il pulsante di accensione e il tasto del volume. Entrambi sembrano adeguatamente posizionati sul lato destro, a portata di pollice.

La parte inferiore offre la solita griglia dell’altoparlante, connettore USB-C e un jack audio da 3,5 mm. Il lato sinistro della cornice è riservato solo al vassoio della carta SIM, mentre nella parte superiore è presente una funzione IR.

Il che ci porta finalmente alla parte anteriore del telefono. Non è qualcosa di insolito in quanto ospita un design familiare dello schermo con una tacca minimalista in stile waterdrop e cornici piuttosto sottili intorno. Almeno considerando la fascia di prezzo.

Il labbro sembra essere più piccolo di prima,

Le cornici laterali sembrano uguali e anche quella superiore sembra un po ‘rifinita. In combinazione con la tacca, tuttavia, è ancora abbastanza grande da ospitare la fotocamera frontale, i sensori di ambiente e di prossimità. Anche l’auricolare è lì.

Tutto sommato, non ci sono lamentele importanti sul design. È altrettanto scivoloso come ci si aspetterebbe da un portatile a sandwich di vetro, ma è ben costruito con una sensazione premium in mano. La tacca non è invadente e le cornici sono adeguatamente sottili. Solo il posizionamento delle impronte digitali e l’urto della fotocamera lasciano a desiderare di più.

Durata della batteria

Avendo una generosa batteria da 4.500 mAh e un SoC piuttosto efficiente dal punto di vista energetico, ci si aspetterebbe una buona durata della batteria. Tuttavia, siamo rimasti ancora più sorpresi dai risultati. Il portatile ha ottenuto risultati stellari sui test a schermo, in standby e in conversazione 3G. La valutazione complessiva del telefono è di 114 ore, il che lo colloca tra i primi 20 nella classifica delle batterie.

Forse il chipset è più efficiente di quanto pensassimo fosse in primo luogo perché i telefoni con punteggi simili di solito trasportano almeno 5.000 mAh.

Quando si tratta di una ricarica rapida, tuttavia, il telefono non ha impressionato. Naturalmente, data la fascia di prezzo, è un enorme vantaggio supportare l’erogazione di energia USB, ma lo standard 18W può portarti solo finora. In 30 minuti, il telefono si è caricato da flat al 39% utilizzando un caricabatterie PD compatibile con cavo da USB-C a USB-C. Siamo abbastanza sicuri che il caricabatterie originale funzionerà in modo simile.

Abbiamo cercato di verificare se il chipset supporta anche Quick Charge 4.0+ poiché la tecnologia di ricarica Pump Express di MediaTek e QC 4.0+ di Qualcomm si basano sulla fornitura di energia USB, ma non siamo stati in grado di confermare con certezza. Tutti i caricabatterie compatibili nel nostro ufficio supportano contemporaneamente Power Delivery e Quick Charge 4.0+ e forse non sarai in grado di trovare anche un QC 4.0+ puro. Una cosa è certa, tuttavia, se sei vicino a un caricabatterie con capacità PD, puoi usarlo per ricariche rapide per il tuo Redmi Note 8 Pro.

Ad Blocker Detected

Our website is made possible by displaying online advertisements to our visitors. Please consider supporting us by disabling your ad blocker.

Refresh